tableau vivant di Michele Esposito
10559175_10208254941761135_1375367955_n

Michele Esposito, giovane stylist dello scenario creativo e culturale partenopeo, ove vive e lavora con entusiasmo e passione sempre al servizio della bellezza, come ideale ultimo da raggiungere, muove i suoi primi passi insieme al fotografo di chiara fama Carlo William Rossi, che lo introduce nel mondo della fotografia di moda, dando vita a un brillante sodalizio con un agenzia fotografica, denominata:  SPAZIOCENTOUNDICI. L’agenzia non è solo un luogo, ma un vero e proprio contenitore d’idee, come fucina di interventi artistici di spessore concettuale, permettendo ad entrambi di ampliare il raggio delle conoscenze nel campo della moda, del teatro e delle più svariate maestranze del settore. Il tentativo di SPAZIOCENTOUNDICI si conclude a buon fine e apre per il giovane stylist un nuovo capitolo con uno studio tutto suo. Un lavoro affascinante oltre la fisica, che viaggia veloce sui binari di chi fonde suggestione, sogno e realtà. Look di ogni tipo, per outfit d’avanguardia, che delineano la sua visione intima della moda che con il brio della sua personalità decisa e meticolosa nei dettagli fa delle vere opere d’arti, con singolari “tableau vivant”, intrecciando i richiami della storia dell’arte a quadri che diventano atti performativi di uno stile tutto da vivere. Nella foto possiamo ammirare un chiaro riferimento a Rubens,  il ritratto di Susanne Fourment (le Chapeau de paille), punto di partenza che indaga per suggerire alla donna contemporanea, con il suo vistoso cappello di piume e l’aria austera, una la totale conoscenza di se e del suo corpo, con quel pizzico di malinconia tipica di Francesco Hayez.

Nel guardare i bagliori di un nuovo giorno, questo giovane e talentuoso stylist che come afferma in una sua dichiarazione, abbina gli abiti di stilisti al fine di ricreare un’immagine che abbia un pathos per gli spettatori, è sicuramente un bel raggio di luce;  pensando a cosa sarà, siamo già pronti insieme a Michele Esposito, per una nuova e avvincente partita, ancora tutta da giocare.

Angelo Pantaleo

tableau vivant di Michele Espositoultima modifica: 2015-12-23T17:22:19+01:00da iconatrentadue
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento